New Page 1

 MenuMaker

Lungo termine: Tre cicloni settentrionali determinano il meteo sul Vecchio Continente. Parentesi calda tra il 3 e 6 Maggio?

FOCUS MODELLI

 


A cura di Marco Ellena, 26/4/2020 alle ore 16:48
I modelli sul medio e lungo termine fino ad ora sono stati incerti proponendo, ad ogni run previsionale scenari differenti. Da qualche ora, però, sembra che si stiano uniformando verso uno scenario più definito (ma comunque ancora da verificare).
Partiamo da una situazione barica in Europa moderatamente compromessa con due lingue fresche ed instabili definite (uno sulla Groenlandia e uno all'altezza della Scandinavia) e una pressione che va via via crescendo spostandosi verso sud. A metà una situazone pressorea intermedia (ne di Alta ne di Bassa pressione) in cui sono liberi di passare blandi spifferi instabili dall'Atlantico.



Questo porterà sul nostro territorio il passaggio di corpi nuvolosi spesso non organizzati e qualche pioggia (come il 21 Aprile) ma organizzazioni nuvolose generalmente modeste.
Le due lingue instabili prima descritte tenderanno ad attrarsi l'una verso l'altra formando un ponte instabile attorno al 27 Aprile.
Nel frattempo sull'Italia sempre una situazione di debole instabilità con il nostro Paese in un limbo pressoreo.
Il ponte instabile, fino ad ora ben posizionato a nord (sull'Europa all'altezza di Inghilterra e Scandinavia) si organizzerà con tre minimi distinti: uno in pieno nord Atlantico, uno sull'Inghilterra e uno sulla Scandinavia.
Il minimo inglese, nei giorni successivi, tenderà ad approfondirsi più di tutti e l'approfondimento di questo minimo favorirà un'aumento della forza con cui questo mulinello invierà verso sud componenti fresche ed instabili.
Il 30 Aprile riuscirà, tale minimo, a coinvogliare aria fresca ed instabile fin verso l'Italia favorendo un calo termico e un peggioramento delle condizioni meteo.



Entro il 1° Maggio il ciclone inglese si sgretolerà e andrà scemando. Contemporaneamente farà la stessa fine anche il minimo scandinavo mentre il cicone nord atlantico si approfondirà.
Il baricentro fino ad ora in equilibrio tra i tre minimi, dunque, si sposterà tutto ad ovest verso il minimo nord atlantico. Ciò significa che anche il ponte instabile tenuto in piedi in precedenza dal sistema dei tre cicloni, si spezzerà portando buona parte della massa d'aria instabile verso ovest in Atlantico.
Con l'Atlantico bloccato e l'area mediterranea-africana completamente libera l'Anticiclone africano sarà libero di svegliarsi dalle coste africane e di espandersi progressivamente verso nord.
Ecco che dal 2 Maggio, il promontorio di Alta pressione africana si estenderà sempre più fino a sud, con meteo in miglioramento e temperature sempre più in salita.
Saremo nel pieno della lingua africana a partire dal 3 Maggio quando potremmo essere investiti dalla prima ondata di caldo della stagione. Sul meteo dobbiamo invece precisare che, se il regime anticiclonico ci dice sole, sappiamo anche che con quel genere di circolazione caldo-umida meridionale non possiamo del tutto escludere fenomeni di maccaja.
Il 5 Maggio la lingua africana avrà raggiunto la sua massima estensione toccando a nord addirittura la Scandinavia.



Come sempre accade in questi casi, la spinta a nord di correnti calde e stabili, favorisce ai bordi orientali e occidentali la discesa di aria più fresca ed instabile.
Stiamo puntando l'attenzione sul ramo instabile occidentale che potrebbe, nei giorni successivi spingere verso est la lingua anticiclonica.
Questa prospettiva è attualmente la più papabile e sembra che, attorno al 12 Maggio, possa raggiungere l'Italia probabilmente con una perturbazione meglio organizzata.



E per ora ci fermiamo qui, ricordandovi come sempre che i focus sul lungo termine sono delle chiaccherate in cui cerchiamo di capire in che direzione potrebbe andare il meteo. Prendete, come sempre ci raccomandiamo, queste prospettive come tali e non come la verità assoluta anche perchè e soprattutto in questa stagione, piccolissime variazioni sui parametri predittivi possono cambiare notevolmente gli scenari.
Vi invitiamo dunque a seguire i prossimi aggiornamenti.

Questo articolo è stato letto 2 volte nel mese corrente

La news successiva:
La maggior copertura nuvolosa ha calmierato le massime. Solo nello spezzino raggiunti i 20°C

La giornata odierna ha visto un'alternanza tra nubi e schiarite che sono state talvolta e in[...]

La news precedente:
Aggiornamento situazione: un minimo sul Mediterraneo meridionale porta solo nubi al nord. Nelle prossime ore il minimo risalirà verso nord ma scarico ma...

Grazie all'incrocio tra le mappe di analisi (di nostra produzione) relative alla situazione pressorea sul Vecchio[...]


SEGUI LE NOSTRE NEWS ANCHE DAL TUO SMARTPHONE!

New Page 1
GENOVAMETEO.IT è un sito amatoriale di previsioni e attualità meteo. Questo sito fornisce informazioni meteorologiche di tipo amatoriale. Non prendere decisioni importanti sulla base delle presenti su questo sito. Webmaster del sito è Marco Ellena. Per qualunque info, richiesta, segnalazione o reclamo si prega di utilizzare il contatto e-mail presente nella sezione "Utility" - "Contatti"