New Page 1

 MenuMaker

Global Warming e antropizzazione, cosa c'è dietro un riscaldamento globale

METEO DIDATTICA

 


A cura di Marco Ellena, 5/3/2021 alle ore 17:16
Interveniamo didatticamente nelle news per trattare un'argomento molto importante e quanto mai d'attualità: il riscaldamento globale (o Global Warming).
Sappiamo quanto i temi meteo schizzino subito in testa agli interessi dei fruitori di news nelle principali piattaforme e siamo consci degli effetti positivi e negativi in tal senso. Positivi nel senso che il fatto che i temi di attualità meteo siano di interesse collettivo fa si che vi sia una forte sensibilizzazione su temi molto importanti ma questo porta con se anche un'effetto negativo: strumentalizzare certe notizie per fare audience infilandoci dentro fake news.
Ma cosa centrano le fake news con il Global Warming? Il surriscaldamento globale non sara mica una fake news? Assolutamente no, non è una fake news ma come se ne parla forse per alcuni aspetti sì.
Iniziamo con un'affermazione vera perchè comprovata da dati scientifici: quella che stiamo vivendo non è il primo Global Warming e probabilmente non sarà l'unica.
Andando indietro nel tempo scopriamo che la Terra ha subito ciclicamente fasi di surriscaldamento seguiti da fasi di glaciazione anche in periodi storici in cui antrpizzazione ed emissione di gas serra non erano di certo argomenti d'attualità.
Ma come è possibile allora??
Il principale motivo di queste oscillazioni termiche stà nel movimento dell'asse terrestre.
Tutti noi sappiamo che la Terra ruota attorno al suo asse ma forse pochi di voi sanno che l'asse terrestre non è affatto immobile bensi ruota a sua volta come una trottola su un piano.
Così come una trottola, dunque, anche la Terra oltre a ruotare su se stessa e attorno al sole, modifica la sua posizione attorno alla sua stella (il Sole) ciclicamente. Anche una trottola, una volta fatta partire e lasciata roteare su un piano, non resterà immobile a roteare ma avrà una tendenza ad oscillare...e così fà la Terra.
Il risultato è quindi che la Terra, in realtà, a parità di fase dell'anno, modifica la sua distanza dal sole ciclicamente...e da qui le fasi di riscaldamento e le fasi di glaciazione.
Sulle fasi di glaciazioni c'è da aggiungere almeno un'altro parametro: la Corrente del Golfo.
Anche in questo caso quasi tutti sappiamo cos'è la Corrente del Golfo: una corrente marina che porta acqua molto calda dal Golfo del Messico fino ai poli contribuendo a riscaldare l'atmosfera sopratutto a certe latitudini dove le termiche dovrebbero essere molto più basse di quelle reali.
Questa corrente marina, dunque, funge un po' da equibrilatore di calore sul Pianeta Terra trascinando ai poli acqua calda e riportando indietro verso l'Equatore acqua fredda.
Questa corrente si genera innanzitutto per via del gradiente termico per cui esiste la regola fisica per cui un'area calda tende a trasferire calore ad un'area adiacente più fredda; ma anche per il gradiente salino cioè per la concentrazione di sale per unità di volume di acqua marina. Le acque marine tendono a risultare più saline all'equatore (dove prevale l'evaporazione della componente acquosa del mare) e meno ai poli dove il ciclico sciogliemto dei ghiacci buttano acqua dolce in mare "diluendola".
Anche in questo caso per un processo detto osmosi, i flussi idrici passano da una soluzione ipertonica (a maggior tasso salino) verso una ipotonica (a minor tasso salino).
Proprio questo ultimo passaggio, col riscaldamento globale rischia di saltare: il global warming porta ad aumenti termici che fanno sciogliere i ghiacciai, l'acqua dolce si riversa in mare andando a scombussolare questi equilibri salini che alimentano la Corrente del Golfo.
Rischio "the day after tomorrow"?? Assolutamente no, quel film esacerbava contenuti scientifici però sì, il processo è esattamente quello: lo sciogliemnto dei ghiacci muta l'equilibrio salino tra i poli e l'equatore andando a rallentare la Corrente del Golfo risucendo di conseguenza l'apporto caldo dall'equatore verso i poli.
Potremmo dire, paradossalmente, che un global warming potrebbe scatenare una mini era glaciale.
In effetti, da recenti studi che abbiamo avuto modo di pubblicare sulla fanpage facebook di genovameteo.it recentemente, sembra che qualcosa stia già iniziando a succedere.
Dire come e quando questo accadrà è purtroppo fantascienza ma sicuramente stiamo vivendo la fase apicale del riscaldamento globale e che nei prossimi decenni sarà probabile verificare un'inversione di tendenza.
Ma allora i gas serra non c'entrano niente?? Non è corretto nemmeno questo: sicuramente i gas serra e tutte le influenze da antropizzazione non sono il motivo del global warming ma possono, però, aumentare la frequenza e l'intensità dei fenomeni atmsferici violenti legati al Global Waring.
Stupiti?
Se si non ci stupiamo perchè nei normali canali informativi si parla di Global Warming come fenomeno irreversibile destinato a cambiare la Terra...ma così non sarà!



Questo articolo è stato letto 17 volte nel mese corrente

La news successiva:
Settimana più fredda ma soleggiata fino a Mercoledì. Da Giovedì possibili disturbi

Non avendo pubblicato questa settimana la nostra rubrica La Macchina del Tempo (e ce ne scusiamo)[...]

La news precedente:
Liguria sempre ai margini dei movimenti frontali. Qualche episodio nuvoloso ma piogge poche (o nulle).

Nonostante i roboanti messaggi che giungono dal web di ipotetiche ondate gelide e fasi perturbate (messaggi[...]


SEGUI LE NOSTRE NEWS ANCHE DAL TUO SMARTPHONE!

New Page 1
GENOVAMETEO.IT è un sito amatoriale di previsioni e attualità meteo. Questo sito fornisce informazioni meteorologiche di tipo amatoriale. Non prendere decisioni importanti sulla base delle presenti su questo sito. Webmaster del sito è Marco Ellena. Per qualunque info, richiesta, segnalazione o reclamo si prega di utilizzare il contatto e-mail presente nella sezione "Utility" - "Contatti"